con Aleska Diamond-Misex 2009

INTERVISTA A MASSIMO FONTI
Intervista a Massimo Fonti, noto anche con il soprannome di “Mr Libid Bull” dal nome del prodotto che lo ha reso celebre, in seguito ha dovuto cambiare marchio sotto la pressione di una nota multinazionale.

Nel Giugno 2007 Massimo Fonti immette nel mercato, dopo aver fatto la trafila burocratica richiesta dalla legge, un integratore alimentare, composto da un mix di erbe, tra cui il ginseng, con effetti molto simili a quelli dei prodotti chimici comunemente venduti per la disfunzione erettile. Un prodotto naturale e classificato dalla legge come “integratore alimentare” che, a quanto pare, funzionava veramente. E quando ha iniziato a decollare ed a dare fastidio a qualche big pharma? – è stato prontamente fermato.

Il successo del prodotto, nel mercato italiano è stato quasi immediato, anche grazie a campagne pubblicitarie intense. Dalle maxi affissioni pubblicitarie sulle tangenziali, fino al “patrocinio” di un calendario sexy, sponsorizzazione della scuderia Ferrari di Modena al Motor Show di Bologna ed un totale di oltre 200 serate di presentazione del prodotto in vari locali notturni nel Nord Italia.

Ben presto il prodotto di Massimo Fonti ha attirato anche la grande stampa, come questo articolo dell’edizione genovese di Repubblica.

http://genova.repubblica.it/…/l_ultima_scommessa_il_viagra…/

Correva l’anno di 2010. Tutto sembrava procedere a gonfie vele, quando improvvisamente, nel Novembre dello stesso anno, Fonti si è ritrovato investito da un ciclone. Il prodotto è stato bloccato e una nota multinazionale gli chiedeva di cambiare il nome al marchio e al prodotto.

Di seguito rivolgiamo alcune domande a Massimo Fonti:

Come mai il prodotto è stato bloccato?

MF: “a distanza di 3 anni dall’immissione sul mercato, con regolare notifica di etichetta al Ministero, in cui dichiaravo gli ingredienti, mi è stato contestato che il prodotto conteneva un’erba la cui vendita non è ammessa in Italia”.

Le cose stavano davvero così?

MF: “Si. Avevo comunicato che il prodotto conteneva tale ingrediente ed il ministero aveva legalmente n3 mesi a disposizione per inibirne eventualmente la vendita, ma questo non avvenne. E quindi per più di 3 anni ho venduto regolarmente e legalmente il prodotto, che da diversi anni era già presente sul mercato di altri paesi europei.”

Hanno ritenuto che il prodotto fosse pericoloso?

“No, non sono stato accusato di aver messo a rischio la salute pubblica o altro, inizialmente mi hanno detto che il prodotto non si poteva vendere perché un’erba che contiene non era nell’elenco di quelle consentite. Poi hanno cambiato versione, e sostenevano che contenesse addirittura qualcosa di chimico. Non è strano che si siano svegliati dopo 3 anni? Quando il prodotto iniziava a farsi conoscere seriamente e poteva mettere in difficoltà le grandi società farmaceutiche?

Come è andata a finire la vicenda?

MF: “Ovviamente ho ritirato il prodotto dal mercato come disposto dalle autorità. Un prodotto che in 3 anni, con oltre 100.000 capsule vendute, e regalate non ha creato nessun tipo di problema ai consumatori. La vicenda ha avuto ovviamente pesanti conseguenze sulla mia azienda, poiché non aspettandomi questo tipo di problemi, avevo investito somme molto importanti”. La questione non è ancora finita, dopo più di 5 anni il contenzioso è ancora aperto in tribunale. Ovviamente mi difenderò, ma al di la di come andrà a finire, hanno tagliato le gambe ad un prodotto naturale venduto in tutto il mondo; in oriente ovunque, in Europa è molto diffuso in Inghilterra, dove i prodotti naturali contro la disfunzione erettile hanno conquistato una discreta quota di mercato rispetto al resto d’Europa.”[18/10/2015 15:44:07] Massimo Fonti: Quindi il prodotto è ancora fuori legge?

MF: “Quel prodotto si. Però nel 2010 dopo mesi di ricerche in oriente, ho trovato altri estratti naturali altrettanto efficaci, e ho ripreso la commercializzazione, dopo averlo notificato nuevamente al Ministero.”

Come hai scoperto questi mix di erbe?

MF: “In realtà non sono arrivato per primo. C’era già un’azienda svizzera che lo commercializzava in Europa. Ho iniziato ad interessarmi a questo settore e mi si è aperto un mondo. In oriente quasi nessuno utilizza sostanze chimiche per la disfunzione erettile, hanno un’antica tradizione, ed i prodotti naturali sono molto diffusi e impiegati da tempo. Ce ne sono diverse varianti, più o meno efficaci. Guarda caso in Italia quelli che funzionano veramente vengono boicottati, mentre i mix di erbe che non funzionano, o che hanno un effetto blando e non fanno concorrenza ai prodotti chimici vengono mantenuti”.

E quindi hai pensato di importare il prodotto in Italia?

MF: “Si , sulla qualita’ ed efficenza del prodotto non avevo dubbi ,avevo pero’ bisogno di creare un Brand giovane che “sdoganase” e presentasse il prodotto non come un farmaco o in ogni caso un prodotto per chi aveva problemi di impotenza sessuale ,piuttosto come un prodotto per chi amava molto l’attivita’ sessuale che ne amplificasse notevolmente le prestazioni in modo naturale e senza nessun effetto collaterale “
E come sei arrivato a raggiungere questo obiettivo ?

MF:” Affidando il compito di creare il marchio e di studiarne le strategie ad un team di professionisit del settore della comunicazione e della promozione marketing. Tutto e’ stato studiato minuciosamente nel dettaglio, dal marchio ,al packaging, al sito web, agli slogan promozionali, al design della maxi afissioni pubblicitarie ,all scelta dei testimonial. I prim 3 anni ho investito quasi 4 milioni di euro in comunicazione.”

In che modo ?

MF:” Sponsorizzando due trasmisióni televisive nazionali, Facendo Maxi afissioni pubblicitarie per 6 mesi a Genova e Milano ,affissioni sulle autostrade e tangenziali , sponsorizzando circa 200 serate nelle piu’ prestigiose discoteche di Milano,Genova,Venezia,Riviera Romagnola e Versiglia con dj di fama internazionale regalando decine di migliaia di t-shirt con il mio brand e prodotto ,sponsorizzando come main sponsor un calendario allegato alla revista matrix in 80.000 copie,sponsorizzando al Motorshow lo stand della scuderia Ferrari di Modena, participando a ll piu’ importanti fiere nel settore del Porno,comprando per 4 mesi pagine di quotidiani e di riviste gratuite,piu’ tante altre iniziative.

Hai avuto qualche testimonial importante?

MF:”Certamente: Max Brigante di radio 105 con cui ho fatto circa 50 serate,Joe T Vannelli di cui ho sponsorizzato circa 12 serate ,i Club Dogo di cui ho sponsorizzato come main sponsor due concerti a capodanno ai Magazzini Generali di Milano, molte star televisive come Francesca Lodo ,Victoria Petroff, Dana Ferrara, Antonio Zequila, Luca Dorigo e tanti altri ….

Tutto questo con il marchio Libid Bull ?

MF: “Si certo , da un punto di vista,tutti questi investimenti hanno dato moltissima notorieta’ al marchio ed a me che ne sono stato sempre il front man in ogni evento , da un altro prima ancora di commercializzare su scala nazionale il prodotto ho allertato sia le case farmaceutiche che una nota azienda leader nel settore delle bevavande energetiche per la leggere assonanza e somiglianza del mio marchio con il loro ed appena ho iniziato a distribuire in modo perifierico il mio prodotto sono stato aggredito sia dal ministero della salute che dagli avvocati della nota multinazionale.

Veniamo ad oggi , stai distribuendo un prodotto simile ?

MF: “Certo, dopo che e’ stato bloccato e ritirato dal mercato Libid Bull ,ho lavorato per quasi 5 anni nella ricerca di prodotti simili, sempre migliori e chiaramente a base di erbe legali in Italia ed Europa , ho notificato diversi marchi e prodotti in questi anni ed ho avuto dei buoni risultati commerciali .Da pochissimo tempo sono arrivato ad una nuova linea di prodotti che danno ottimi risultati e non danno nessun tipo di effetto secundario, questa linea e’ descritta ed acquistabile attraverso il sito

Share This