img_1564

L’essere umano ha molto da imparare dagli animali, per quanto riguarda amare in maniera incondizionata e conoscere meglio se stessi.

Un animale è come un bambino di cui prendersi cura, un pasticcione combina guai che mette continuamente alla prova la pazienza e capacità di gestire “disastri” e situazioni difficili in cui riesce volontariamente o involontariamente a infilarsi.

Proprio come un bambino ripaga tutte le attenzioni ricevute con un grande amore, momenti unici e divertenti e non smette mai di sorprenderci…

La maggior parte delle persone si classifica e si suddivide in due macro categorie: chi preferisce i cani e chi preferisce i gatti.

Personalmente ho sempre pensato di far parte della prima categoria fino a quando non ho vissuto a stretto contatto con un gatto!

I cani sono animali fantastici, generalmente molto affettuosi fin da subito con chiunque incontrino, mentre invece i gatti sono molto più schivi, non regalano a tutti il loro affetto e la loro fiducia, ma una volta guadagnata dopo tanti sacrifici, molte lettiere pulite e molte scatolette di “prelibato patè” servite in una ciotola d’argento, i gatti riescono a dimostrarci il loro rispetto e la loro fiducia regalandoci delle soddisfazioni uniche!

Si riesce a creare un legame fortissimo di complicità, quasi un rapporto paritario tra umano e gatto dove il rispetto deve essere reciproco.

Il gatto ha uno spirito libero e noi dobbiamo rispettare la sua libertà, lui sta con noi solo quando realmente ne ha voglia, ma quando incrocia il nostro sguardo, ci riconosce e corre verso di noi a farci le fusa o inaspettatamente nell’arco della giornata ce lo troviamo sopra le gambe, ai piedi del letto, sopra alla scrivania o a leccarci la testa mentre siamo sul divano a guardare la tv il nostro cuore si riempie di amore!

Nel rapporto uomo – gatto la comunicazione è un aspetto fondamentale, pur non parlando, il gatto, riesce in un modo o nell’altro a farci capire cosa vuole, anche se a volte, siamo noi umani a non capire del tutto le loro esigenze, come ad esempio quando un gatto ci chiede di aprirgli una porta e poi rimane lì immobile a fissarci.

Caratteristici del gatto sono comportamenti assurdi e momenti di totale follia che ci incuriosiscono e spesso ci fanno morire dal ridere, come ad esempio fissare per ore cose invisibili, vedere nemici ovunque, fare scatti fulminei al minimo rumore o scegliere di adagiarsi nei posti più strani e inadatti utilizzandoli come cuccia per schiacciare un pisolino.

Altra caratteristica del gatto è l’essere curioso e dispettoso come una scimmia, infatti vuole essere sempre partecipe quando sta succedendo qualcosa di nuovo, se vede dei soprammobili alla quale tieni tanto saranno “accompagnati” a terra con una furtiva zampata e se stai lavorando al pc su un documento importante senza averlo ancora salvato, sarà proprio in quel momento che ti “volerà” sulla tastiera o deciderà di utilizzare il pc come cuccia del momento.

Quando nel bel mezzo della notte il micio comincia a miagolare, correre avanti e indietro e grattare la porta per uscire dalla stanza non potete fare a meno di alzarvi dal letto e assecondare ogni sua richiesta perché potrebbe andare avanti fino al mattino.

Non basterebbe una vita per descrivere caratteristiche, comportamenti e follie dei gatti, chi ne possiede uno sa benissimo di cosa sto parlando, per chi ancora non lo possiede, il consiglio migliore è adottarne uno e prendersene cura.

Se sarai all’altezza di tale compito e promosso alle prove che il gatto ti presenterà verrai ripagato con tanto amore, altrimenti sarai rimandato a settembre !!!

#Bernardo

#ConteMascetti

www.erbediaphrodite.com

Share This